Aperto il bando a sostegno dei progetti dell’Anno europeo del patrimonio culturale

Al via la procedura per l’accesso al Fondo per il programma di attività in occasione dell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018.
Il finanziamento si propone di sostenere progetti a carattere innovativo, pluridisciplinari, che incoraggino la condivisione e la valorizzazione del patrimonio culturale dell’Europa, che sensibilizzino alla storia e ai valori comuni e che rafforzino il senso di appartenenza a uno spazio comune europeo.

BENEFICIARI:

Al bando possono partecipare le amministrazioni pubbliche, le istituzioni culturali e scientifiche, le fondazioni, associazioni, società, imprese con sede in Italia o in uno dei Paesi dell’Unione europea, ma la cui attività si svolga prevalentemente in Italia, che hanno ottenuto la concessione del logo dell’Anno europeo.

SCADENZE E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE:

Il 21 maggio 2018 scade il termine per la presentazione delle domande delle iniziative attuate, in corso, da attuarsi o avviarsi nel 1° semestre 2018, ed entro il 15 settembre 2018 per quelle da attuarsi o avviarsi nel 2° semestre 2018. 

Il finanziamento richiesto non potrà superare il 50% del budget effettivo e non potrà eccedere il limite di 10.000 euro. La domanda dovrà essere inviata esclusivamente all’indirizzo di posta certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fonte: MIBACT

Attachments:
Download this file (decreto del 24 aprile 2018 n. 128-imported-78445.pdf)Decreto[ ]

Modelli di analisi e di gestione dei fabbisogni di personale nelle amministrazioni pubbliche

Continuando nella lettura di alcuni materiali predisposti a suo tempo, in vista della riforma Madia, presentiamo un ulteriore e interessante contributo originale dell’ARAN, finalizzato al dimensionamento razionale del personale delle amministrazioni pubbliche.

La parte del lavoro più interessante per noi è senz’altro quella che riguarda i comuni, che dotati di completa autonomia istituzionale e di bilancio risultano dunque immediatamente confrontabili fra di loro.  Approccio che si cercherà di seguire anche cercando noi stessi di proporre nelle prossime settimane qualche lettura comparata della struttura dirigenziale del Veneto

Fonte: Dipartimento Funzione Pubblica - Aran

 

Attachments:
Download this file (Rapporto finale ARAN-REF Fabbisogni LUG-2017_SITO.pdf)Rapporto ARAN[ ]

Bilancio dell'UE: La Commissione propone il bilancio a lungo termine per il periodo 2021-2027.

La Commissione Europea propone un bilancio a lungo termine di 1135 miliardi di  in impegni (espressi in prezzi del 2018) per il periodo 2021-2027, pari all'1,11 % del reddito nazionale lordo dell'UE-27 (RNL) .

La proposta della Commissione allinea il bilancio dell'Unione alle priorità politiche delineate nel programma presentato dal Presidente Jean-Claude Juncker e confermato nella dichiarazione di Roma del 25 marzo 2017.

Il Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha dichiarato: " Il nuovo bilancio rappresenta l'occasione per plasmare una nuova, ambiziosa Unione a 27, con al centro il vincolo della solidarietà. Con la proposta di oggi abbiamo presentato un piano pragmatico su come fare di più con meno. Il vento economico favorevole nelle nostre vele ci dà un margine di manovra ma non ci mette al riparo dalla necessità di operare risparmi in alcuni settori. Garantiremo una sana gestione finanziaria mediante il finora inedito meccanismo per lo Stato di diritto. Ecco che cosa significa agire responsabilmente con il denaro dei contribuenti. Ora la palla è nel campo del Parlamento europeo e del Consiglio. Sono assolutamente convinto che il nostro obiettivo debba essere il conseguimento di un accordo prima delle elezioni del Parlamento europeo il prossimo anno."


PROFESSIONISTI DEL VALORE
 
Le regole sul Bail In