Pubblicazione della Relazione annuale sulla performance entro il 30 giugno

L’art. 10, comma 1, lett. b) del d.lgs. 150/2009, così come modificato dal d.lgs. 74/2017, prevede che entro il 30 giugno di ciascun anno, le amministrazioni locali redigano e pubblichino sul proprio sito istituzionale la Relazione annuale sulla performance, approvata dall’organo di indirizzo politico-amministrativo e validata dall’OIV. Il tema meriterebbe un approfondimento sul come coinvolgere maggiormente i rappresentanti dei  dirigenti nella condivisione del metodo.

 

Fonte: Comunicato della Funzione Pubblica - Ufficio per la valutazione della performance

Attachments:
Download this file (nota_circolare_performace_30_giugno.pdf)Circolare[ ]

Dura presa di posizione della DIRETS contro la Regione Lazio

In occasione della recente rimozione del Capo dell'anticorruzione  della Regione Lazio il Segretario Generale della DIRETS dott. Mario Sette evidenzia l'insostenibilità della situazione in essere e scrive una lettera al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alle più alte cariche dello Stato e al presidente dell’Anac, Raffaele Cantone.

L’iniziativa è stata riportata da 'Il Corriere della Sera' in un articolo di Andrea Ducci pubblicato il 1 aprile 2018.

Il Segretario Generale Mario Sette, nel motivare la decisione presa ha stigmatizzato quanto il ruolo di stimolo del nostro sindacato debba essere continuo, preciso e determinato, dichiarando:

Dobbiamo fare attenzione a tutte quelle situazioni in cui, dichiarando di voler operare una rotazione del personale, specie quello dirigenziale, nei fatti vengono realizzate delle rimozioni di colleghi che fanno bene il loro lavoro. Dobbiamo contrastare quelle riorganizzazioni continue della macrostruttura, che di fatto esautorano i dirigenti migliori. Dobbiamo vigilare sul ricorso a dirigenti esterni a tempo determinato non motivato da effettiva carenza interna di professionalità. Dobbiamo in altre parole evitare che  strumenti potenzialmente utili alla buona gestione degli Enti vengano manipolati per usi che contrastano il raggiungimento del bene comune, che è quello di rendere la macchina pubblica sempre più efficace ed efficiente allo scopo di corrispondere alle esigenze della collettività per il perseguimento di interessi generali e, al contempo, offrire opportunità di crescita professionale per dipendenti, funzionari e dirigenti, purtroppo, quasi mai le rotazioni e la modifica della macrostruttura sono stati preceduti dall'esplicitazione da parte dei politici di finalità e progettualità politiche frutto di una visione del servizio da rendere alla collettività e di cui render conto.

 

Attachments:
Download this file (Prot.1.18 Direts Lettera Presidente.pdf)Lettera DIRETS[ ]

Bando Cineperiferie

Il MIBACT ha lanciato il bando Cineperiferie. Le proposte possono essere presentate all'URL: www.doc.beniculturali.it
Il bando costituisce una buona opportunità di finanziamento per rassegne cinematografiche nelle aree comunali caratterizzate da situazioni di marginalità economica e sociale.

Per la sezione rassegne, possono partecipare al bando enti pubblici e privati senza scopo di lucro, università, fondazioni, comitati e associazioni culturali e di categoria mentre, per la sezione cortometraggi, sono ammessi organismi professionali del settore cinematografico e audiovisivo.

Le risorse pur non ingenti, ammontano a 200mila euro, finanziano fino ad un massimo di 15mila euro per ogni progetto di rassegna e 25mila euro per la realizzazione di cortometraggi. In entrambi i casi fino all’80% del budget totale.
La richiesta deve essere inoltrata tramite lo sportello telematico online per domande di contributo entro le ore 12 del 18 maggio 2018.

 

Fonte: CineCittà News


PROFESSIONISTI DEL VALORE
 
Le regole sul Bail In