50 milioni di euro per finanziare nuovi bandi di domanda pubblica intelligente, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei cittadini, l’efficienza dei servizi pubblici anche attraverso le tecnologie emergenti e stimolare l’innovazione di mercato.

 È quanto prevede l’accordo di collaborazione firmato dal Mise e dell’Agenzia per l’Italia digitale e presentato oggi a Napoli nel corso del roadshow “Gestire la domanda pubblica come leva d’innovazione”, organizzato da AgID- Confindustria- Conferenza delle Regioni e Itaca, patrocinato da Regione Campania e Mise.

 Contestualmente all’accordo è stato presentato anche il primo bando di domanda pubblica intelligente denominato “Fabbisogno di mobilità e specificità territoriali”.

Fonte: AGID


PROFESSIONISTI DEL VALORE
 
Le regole sul Bail In