Dalla Corte Costituzionale la conferma che la facoltà del legislatore di introdurre deroghe al principio del concorso pubblico deve essere delimitata in modo rigoroso, potendo tali deroghe essere considerate legittime solo quando siano funzionali esse stesse al buon andamento dell’amministrazione e ove ricorrano peculiari e straordinarie esigenze di interesse pubblico idonee a giustificarle.

 

Attachments:
Download this file (Sentenza-della-Corte-costituzionale-n.-40-2018.pdf)Sentenza[ ]

PROFESSIONISTI DEL VALORE
 
Le regole sul Bail In