Banca d'Italia presenta il rapporto annuale sull'economia del Veneto nel 2018.

Nel 2018 la spesa corrente degli enti territoriali del Veneto è lievemente calata, nonostante l'incremento di quella per il personale, anche per il rinnovo dei contratti collettivi nazionali. La spesa per investimenti ha continuato a contrarsi, ma nello scorcio dell'anno e nei primi mesi del 2019 vi sono stati segnali di ripresa, soprattutto per i Comuni che, dallo scorso ottobre, hanno beneficiato dell'abrogazione dei vincoli all'utilizzo degli ampi avanzi di amministrazione accumulati in passato. Le altre spese in conto capitale sono cresciute anche grazie all'accelerazione nell'attuazione dei programmi comunitari gestiti a livello regionale. Le entrate correnti degli enti territoriali sono aumentate, in linea con la media nazionale. La pressione fiscale locale sulle famiglie continua a rimane inferiore al resto del Paese.

Fonte: Banca d'Italia

Attachments:
Download this file (1905-veneto.pdf)Dossier[ ]

Dotazioni organiche e trattamenti economici nella P.A.

Tra gli interventi adottati negli ultimi anni in materia di pubblico impiego, si segnalano, in particolare, quelli diretti alla ridefinizione della disciplina della responsabilità disciplinare dei pubblici dipendenti (con l'obiettivo di rendere effettivo l'esercizio dell'azione disciplinare), alla limitazione delle facoltà assunzionali e al contenimento delle spese, nonché alla riforma del sistema di misurazione e valutazione della performance delle pubbliche amministrazioni (nella prospettiva della separazione tra trasparenza e performance).

Fonte: Camera dei Deputati

Attachments:
Download this file (1105461.pdf)Scheda[ ]

Disposizioni per il potenziamento e lo sviluppo dei sistemi di trasporto rapido di massa.

La proposta di legge AC 848 si compone di otto articoli, aventi l'obiettivo, come indicato nella Relazione illustrativa al provvedimento, di sviluppare e potenziare gli interventi nel settore del trasporto rapido di massa, cioè delle linee metropolitane, tranviarie e filoviarie, istituendo un nuovo e autonomo Fondonello stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e definendo la procedura e la tempistica per l'accesso a queste risorse.

Nel bilancio 2019-2021 sono espressamente attribuiti agli "Interventi a favore delle linee metropolitane", in termini di competenza, circa 412,2 milioni di euro per l'anno 2019, 377,5 milioni di euro per l'anno 2020 e 438,1 milioni di euro per l'anno 2021 (per un totale di 1.227,8 milioni di euro nel triennio).

Fonte: Camera dei Deputati

Attachments:
Download this file (TR0107.pdf)Scheda[ ]

PROFESSIONISTI DEL VALORE
 
Le regole sul Bail In